L’obesità nella dermatite atopica ha il suo peso

L’obesità è un nemico della salute, con effetti negativi non solo sul sistema cardiocircolatorio ma anche sulla pelle, associandosi alla dermatite atopica


Obesità nella dermatite atopica: studi molto recenti indicano che l’obesità e il sovrappeso aumentano il rischio di manifestare questa malattia della pelle. Questo legame non riguarda solo l’obesità fine a se stessa ma anche alcune sue connesse conseguenze cliniche e che insieme ad essa compongono la “sindrome metabolica”, un quadro clinico caratterizzato da obesità accompagnata dalla presenza dei seguenti fattori: pressione del sangue alta (ipertensione), innalzamento dei livelli di grassi nel sangue (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia) e diabete. La sindrome metabolica è una condizione clinica che comporta ripercussioni anche gravi sulla salute generale, in primis perché aumenta significativamente il rischio di malattie cardiovascolari (infarti, ictus).

Secondo gli studi più recenti, l’obesità sembra destinata ad allargare i suoi confini d’azione, mostrando i suoi effetti negativi non solo sul sistema cardiocircolatorio, ma anche sulla pelle.

L’associazione dell’obesità con la dermatite atopica è stata evidenziata inizialmente da uno studio che ha esaminato i dati di 45 studi relativi a una casistica complessiva di oltre 90.000 persone con dermatite atopica; nonostante l’eterogeneità metodologica degli studi presi in esame, la gran parte dei dati documentava l’esistenza di questo legame, che risultava particolarmente importante nell’infanzia e nei bambini con meno di 2 anni, mettendo altresì in luce la possibilità che il controllo del peso corporeo sin da bambini piccoli possa essere di aiuto a lenire o a far regredire i sintomi della dermatite atopica.

Uno studio seguente – che ha analizzato i dati di 14 studi – ha poi testimoniato la presenza di obesità nella dermatite atopica. Nella fattispecie, questo studio ha messo in evidenza che erano le donne affette da dermatite atopica a presentare più frequentemente le componenti della sindrome metabolica rispetto a quelle senza questa malattia: tra le componenti della sindrome metabolica era l’ipertensione a mostrare l’associazione più stretta con la dermatite atopica, mentre per quanto riguarda il diabete e l’ipercolesterolemia il legame non era così rilevante. Dai dati emergeva inoltre che nelle donne era l’obesità addominale – misurata come circonferenza vita – ad avere l’associazione più significativa con la dermatite atopica rispetto ai maschi.

Pur non dimostrando ancora se la dermatite atopica sia un fattore di rischio d’insorgenza di sindrome metabolica e delle sue componenti, questo studio  mette quindi in luce che l’obesità nella dermatite atopica si associano particolarmente nel gentil sesso.

Ma perché l’obesità favorisce o facilita l’insorgenza della dermatite atopica? Non essendoci ancora dati certi in tal senso, si può ragionevolmente supporre che l’obesità determini un’alterazione della barriera cutanea con perdita di acqua dallo strato superficiale della pelle (epidermide) e aumento della secchezza cutanea, segni caratteristici che accompagnano la dermatite atopica. Altri meccanismi che possono portare alla comparsa della malattia e riscontrabili (non a caso) nelle persone obese sono: a) l’aumento dell’attività delle ghiandole sudoripare con maggiore produzione di sudore, tale da creare condizioni di umidità ideali sulla pelle per lo sviluppo della dermatite atopica o delle sue ricadute; b) la riduzione del flusso linfatico con conseguente instaurazione di stati d’infiammazione cronica a livello della pelle che, come noto, è un altro segno tipico che accompagna la malattia; c) le alterazioni significative a carico della microcircolazione sanguigna, tali da compromettere la salute della pelle.

Studi sperimentali condotti su modelli animali suggerirebbero, infine, che con l’obesità vi sia un’alterata deposizione di collagene nella pelle con rallentamento nella cicatrizzazione di microlesioni e ferite su di essa, le quali tra l’altro possono essere anche sede di infezioni: un altro quadro caratteristico che si accompagna alla dermatite atopica.

 

Bibliografia

Ali Z et al. Is atopic dermatitis associated with obesity? A systematic review of observational studies. J Eur Acad Dermatol Venereol 2018; doi: 10.1111/jdv.14879.

Ali Z et al. Association between atopic dermatitis and the metabolic syndrome: a systematic review. Dermatology 2018; 1-7. doi: 10.1159/000491593.

Goodson WH. Wound collagen accumulation in obese hyperglycemic mice. Diabetes 1986;  35 (4): 491-495.

Articoli correlati


						

Dermatite atopica

Dermatite atopica infantile: bisogna cambiare “aria”

Arrivano conferme che l’esposizione all’inquinamento atmosferico in gravidanza aumenta il rischio di dermatite atopica nei nascituri

Read more

						

Dermatite atopica

Uno sguardo al futuro delle terapie della dermatite atopica

La scoperta dei meccanismi che danno origine alla dermatite atopica ha portato allo sviluppo di nuovi farmaci promettenti per il trattamento di questa malattia 

Read more

						

Dermatite atopica

Dermatite atopica e igiene: il troppo stroppia…

 Si pensa di proteggerlo, invece un eccesso di igiene ha conseguenze negative sulla salute del bambino, aumentando il rischio di dermatite atopica e di eczema

Read more