Come si cura?

Una volta diagnosticata la dermatite atopica, la terapia sarà prescritta sulla base della gravità del disturbo, dell’età del paziente e della presenza di altre patologie concomitanti.

Una volta diagnosticata la dermatite atopica il dermatologo potrà prescrivere la terapia con l’intento di risolvere o migliorare la malattia e i suoi sintomi. Nella scelta della terapia egli terrà conto della gravità del disturbo e dei sintomi, dell’età del paziente, della presenza di altre patologie in atto, nonché dello stato psicologico e delle esigenze specifiche dell’individuo.

Le soluzioni terapeutiche a disposizione per il trattamento della dermatite atopica possono essere di natura farmacologica oppure di natura fisica.

Tra le opzioni di tipo farmacologico ci sono:

  • sostanze antisettiche da applicare sulla pelle per disinfettarla;
  • prodotti emollienti (creme, emulsioni e unguenti), da applicare sulle aree lese della cute per contribuire al mantenimento fisiologico del film idrolipidico che protegge la pelle; sono utili a lenire la secchezza cutanea;
  • formulazioni topiche (creme, pomate, lozioni o schiume) a base di cortisonici, che rappresentano un rimedio indicato soprattutto per le forme acute di dermatite atopica; ai cortisonici viene talvolta abbinata l’applicazione di creme emollienti, ottenendo così ulteriori benefici sui sintomi;
  • formulazioni topiche (unguenti) a base di sostanze immunosoppressive, che sono molto utilizzate nel trattamento della dermatite atopica perché riducono l’intervento delle cellule del sistema immunitario nello sviluppo e nelle riacutizzazioni della malattia e la relativa produzione di sostanze infiammatorie (citochine), migliorando così i sintomi irritativi;
  • antibiotici, disponibili in formulazioni topiche od oraliche sono indicati quando vi è l’evidenza di infezioni secondarie (soprattutto da specie di Stafilococco e Streptococco) che si associano spesso alla dermatite atopica;
  • antistaminici, per via topica od orale, utili a dare sollievo al prurito.

 

Come terapia fisica viene impiegata la fototerapia (cioè la terapia con la luce) a base di raggi UVA e UVB, indicata soprattutto per i casi con dermatite atopica che non ottiene benefici sui sintomi con le terapie topiche.

Oltre alle terapie prescritte dal dermatologo, per aiutare a migliorare le fastidiose lesioni sulla pelle e la sintomatologia è senz’altro utile adottare alcuni accorgimenti comportamentali; è molto importante, avere cura della pelle utilizzando detergenti delicati per pelli sensibili che non aggrediscano la cute, in modo tale che possano aiutare a limitare le ricadute della dermatite atopica. Altrettanto utile è indossare un abbigliamento adatto, costituito da abiti di cotone o in fibra naturale (cioè non realizzati con materiale sintetico) e che non siano troppo stretti perché altrimenti potrebbero irritare ulteriormente la cute. Particolare cura va posta, infine, alla dieta e alla scelta dei cosmetici che devono essere rigorosamente di qualità e privi di sostanze allergizzanti, per non peggiorare ulteriormente il quadro clinico della dermatite atopica e creare allergie da contatto.

Fonti

Berke R et al. Atopic dermatitis: an overview. Am Fam Phys 2012; 86 (1): 35-42.

Eichenfield LF et al. Guidelines of care for the management of atopic dermatitis. J Am Acad Dermatol 2014; 71: 116-132.

Wollenberg A et al. ETFAD/EADV Eczema task force 2015 position paper on diagnosis and treatment of atopic dermatitis in adult and paediatric patients. JEADV 2016; 30: 729-747.

Sidbury R et al. Guidelines of care for the management of atopic dermatitis. J Am Acad Dermatol http://dx.doi.org/10.1016/j.jaad.2014.08.038

 

Articoli correlati


                  

Dermatite atopica

Dermatite atopica e abbigliamento

Contano anche i vestiti che indossiamo. La situazione peggiora se subentra una sensibilizzazione allergica. Cotone non colorato o seta senza sericina sembrano le scelte più appropriate.

Read more

                  

Dermatite atopica

Fumo per la dermatite atopica

Anche il fumo di sigaretta può impattare sulla dermatite atopica. Nuovo studio, ben fatto, di un’università della Corea del sud: il fumo disturba anche la pelle.

Read more

                  

Dermatite atopica

Salute mentale e Dermatite atopica

Nelle stesse famiglie si nota un legame tra dermatite atopica, ansia e depressione secondo il Karolinska. Tutto oggetto d’indagine: intanto è chiaro che può servire un counseling psicologico.

Read more